Nylstar: tagli anche nel nostro Paese

Oltre alla chiusura dello stabilimento di Friburgo in Germania, il piano di ristrutturazione di Nylstar - joint venture fra Rhodia e Snia attiva nella produzione di microfibre in poliammide - prevede ridimensionamenti anche in Italia. L’azienda sembra intenzionata a chiudere il polo di Pisticci 1 in Basilicata e a tagliare posti di lavoro negli impianti di Varedo e Cesano Maderno in Lombardia. Del resto, la riduzione d’organico prevista a livello mondiale è del 15% circa.
Nylstar ha avviato infatti la procedura di esubero di personale per 105 tute blu degli stabilimenti lombardi e per un altro centinaio del polo di Pisticci (Mt). Il piano industriale presentato dalla società non convince i sindacati, che giudicano la proposta “di corto respiro”. Attualmente la trattativa fra direzione aziendale e parti sociali è interrotta.
Per quanto concerne il destino dei lavoratori della Brianza, i sindacati e gli enti locali, ossia la Femca Cisl, il Consorzio area alto milanese e i Comuni di Varedo e Cesano Maderno hanno convenuto, in una riunione tenutasi ieri, di portare il caso all’attenzione della Regione Lombardia.
e.a.
stats