Offerte Gruppo Burani: Media Parfum si ritira e un cinese tenta di vedere le carte

In attesa del 2 aprile, data entro la quale dovranno pervenire le offerte vincolanti per il Mariella Burani Fashion Group (Mbfg) in amministrazione straordinaria (nella foto, i commissari), si sa che uno dei potenziali interessati, il cui nome è trapelato in questi giorni - la milanese Media Parfum - ha fatto dietrofront. Tra gli esteri in lizza, oltre al fondo di investimento di Hong Kong Pyrrho, anche un investitore cinese che punta a effettuare la due diligence.
Intanto i commissari straordinari Giampiero Martini, Francesco Ruscigno e Rossella Strippoli, che venerdì hanno incontrato i sindacati presso il ministero dello Sviluppo Economico, hanno posticipato la chiusura della virtual data room dal 16 al 23 marzo e auspicano di individuare un "soggetto idoneo" per la fine di aprile. Per il raggiungimento di questo obiettivo è anche prevista, dopo l'apertura delle buste contenenti le offerte vincolanti, una fase di rilancio, le cui modalità saranno dettate dallo stesso ministero.
Nella lista degli interessati al gruppo della moda di Cavriago si contano Ittierre, Sartoria Partenopea e R Consulting (vedi fashionmagazine.it lo scorso primo marzo), mentre - come si è visto - Media Parfum ha deciso di ritirarsi .
Oggetto della cessione, lo ricordiamo, è l'intero complesso aziendale. Tuttavia i commissari si riservano di vendere separatamente le due aziende che ne fanno parte: il Mbfg e i cinque monomarca a gestione diretta Mariella Burani di Roma, Pescara, Genova, Parma e Mantova in capo alla controllata Mariella Burani Retail.
In base a quanto si legge nel disciplinare per la presentazione delle offerte vincolanti, la scelta dell'aggiudicatario sarà effettuata "avuto prevalentemente riguardo alla finalità di assicurare la continuità e lo sviluppo dell'attività imprenditoriale nonché il mantenimento del più elevato livello di occupazione". Principale criterio indicato è l'affidabilità economico-finanziaria e imprenditoriale dell'offerente, seguita dai contenuti del piano di prosecuzione dell'attività e dal prezzo, oltre che dalle garanzie per il pagamento.
e.f.
stats