Oggi la presentazione ufficiale di The Mall of Italy

Si candida a essere il più grande e innovativo complesso multifunzionale italiano: The Mall of Italy è previsto apra al pubblico a fine 2013 a Segrate, nei pressi di Milano. Il progetto, firmato da Premium Retail/Gruppo Percassi, vale un investimento di circa un miliardo di euro.
Oggi è stato presentato ufficialmente alla stampa italiana, a Milano, il fiore all’occhiello delle iniziative che sta portando avanti la società guidata da Stefano Stroppiana.
“È un concept innovativo che si differenzia dagli esistenti: un ambiente urbano vero e proprio con diversi tipi di architetture, una nuova destinazione per vivere al meglio il proprio tempo libero - ha spiegato Stroppiana, partner del Gruppo Percassi nella società Premium Retail (di cui è anche a.d.) -. L’offerta retail rappresenterà l’ancora e verrà data particolare enfasi all’aspetto leisure e ricreazionale, con formule di intrattenimento che avranno un richiamo internazionale. Il cuore pulsante del complesso sarà una piazza di 6mila metri quadri su cui si affacceranno edifici alti dai 9 ai 15/16 metri”.
L’elemento di forza di Mall of Italy non sarà tanto l’enormità della struttura - 200mila metri quadri di superficie lorda affittabile e una successiva estensione a 300mila metri quadri - con 550 negozi e 50mila metri quadri dedicati al divertimento, quanto la personalizzazione e specializzazione dell’offerta (con riferimenti anche alla tradizione del dettaglio indipendente italiano e al suo indiscusso valore) e l’unicità di molte proposte anche a livello di entertainment.
Nel portfolio di Premium Retail/Gruppo Percassi spiccano altre tre iniziative di forte interesse: è in dirittura d’arrivo il Sicilia Outlet Village che aprirà tra il settembre e l’ottobre 2010 ad Agira, in provincia di Enna: a tutt’oggi è l’unico centro a prezzi scontati autorizzato dalla regione. Prosegue inoltre il progetto di restyling di San Pellegrino Terme che si concretizzerà nel 2013. Infine, il Fashion Mall a Settimo Torinese (al suo battesimo nella primavera-estate 2011) che declinerà il concetto di outlet con quelli di lusso e di servizio, come non si è mai visto in un centro discount, ma anche in molte boutique del lusso.
e.c.
stats