Opa Marcolin prevista entro gennaio

Dalla stampa specializza le tempistiche, a grandi linee, dell’Opa sulle azioni Marcolin in circolazione, resasi necessaria dopo la sigla di un patto di sindacato fra la famiglia fondatrice del’azienda bellunese dell’occhialeria e i fratelli Della Valle. L’offerta sarà lanciata entro questo mese e si concluderà a febbraio.
Nella comunicazione degli interessati alla Consob emergerebbe che per l’operazione - poco più del 46% del capitale, corrispondente a circa 21 milioni di azioni - è stato fissato un prezzo unitario di 1,40 euro, ben al di sopra di quanto pagato dai Della Valle lo scorso novembre per acquisire il 24,4% del capitale (0,925 euro per azione).
I promotori dell’operazione dovrebbero finanziare l’operazione direttamente per 6,4 milioni di euro e mediante una linea di credito concessa da Unicredit Banca d’Impresa per i restanti 23,7 milioni.
Il primo 4,88% del capitale rastrellato con l’Opa andrebbe a Diego e Andrea Della Valle: il patron di Tod’s e il fratello sono così destinati a equilibrare la loro partecipazione, rispetto a quella dei Marcolin, portandola a superare di poco il 29%.
Nei giorni scorsi il gruppo ha reso noto di avere siglato un accordo commerciale con Luxottica, per una “amichevole transizione” delle licenze relative alle linee “Dolce&Gabbana Eyewear” e “D&G Dolce&Gabbana Eyewear”. L’obiettivo è quello di facilitare il passaggio della distribuzione a Luxottica “a vantaggio della clientela”. Già a partire dal primo ottobre di quest’anno, fra l’altro, la società fondata da Leonardo Del Vecchio inizierà a vendere una parte significativa di prodotto oggi realizzato e distribuito da Marcolin (vedi fashionmagazine.it del 7 ottobre 2004).
e.f.
stats