Opening: Milano resta una vetrina ambita

Proseguono le aperture di negozi a Milano, a conferma che la piazza meneghina - nonostante la crisi economica che sta colpendo l'Europa e l'Italia - resta una meta ambita per il sistema moda. La città festeggia la settimana dedicata al prêt-à-porter femminile per il prossimo autunno-inverno con una serie di importanti inaugurazioni nel Quadrilatero e dintorni, ma non solo.
Questa sera si inaugura ufficialmente la prima boutique diretta al mondo di Vionnet (220 metri quadri), già attiva da dicembre.
Sempre in serata si brinda a un altro debutto, ma questa volta italiano, quello del monomarca Rodo Firenze in corso Matteotti 14 (nell'ex location di Raffaella Curiel che si è trasferita al secondo piano dello stesso stabile). Ancora il 22, in via Manzoni 34 esordisce il nuovo flagship di Twin-Set Simona Barbieri di 400 metri quadri (vedi anche fashionmagazine.it del 15 febbraio).
L'ex inquilino dello spazio di via Manzoni, Napapijri, ha invece traslocato con un temporary shop in via San Pietro all'Orto 11. Restando in via Manzoni, al 44, esordirà verso la fine di marzo un negozio De Wan. Giovedì è la volta dello store Valentino, di 860 metri quadri su due livelli, in via Montenapoleone 20, all'angolo con via Santo Spirito, che riapre i battenti dopo un completo restyling firmato dall'architetto David Chipperfield.
Quasi di fronte fa bella mostra di sé il rinnovato monomarca di Hogan con un look fresco e luminoso. Sempre il 23, in via Spiga 42 si festeggia Fabiana Filippi (nell'ex shop di Blumarine, che si è trasferito al 30): il concept del negozio, sviluppato su due livelli, è basato sull'idea di casa. Nella stessa via, ma venerdì, esordisce al civico 15 lo spazio Pollini di 130 metri quadri (nell'ex Brunello Cucinelli, adesso al numero 30 della strada).
Infine, altre due novità accolgono stampa e buyer in via Montenapoleone. All'angolo con via Sant'Andrea, il completo re-make del flagship Damiani (vedi anche fashionmagazine.it del 17 febbraio). All'angolo con via Gesù, invece, Acqua di Parma sfoggia una nuova veste su di una superficie ampliata a 150 metri quadri (l'articolo completo è pubblicato sul Fashion/Tabloid 1821, in uscita oggi).
e.c.
stats