Opera (Bulgari) sigla accordo strategico con Bear Stearns

Bear Stearns Merchant Banking (Bsmb), tra i maggiori operatori del private equity degli Stati Uniti, diventa partner strategico in esclusiva di Opera, società di investimento partecipata dal gruppo Bulgari. Come si è appreso oggi dalla conferenza stampa tenuta a Milano dalle due società, Bsmb investirà fino a un massimo di 200 milioni di euro in piccole e medie imprese specializzate nell’Italian lifestyle, che puntino all’internazionalizzazione.
La mission di Opera, attraverso i veicoli Opera 1 e Opera 2, è infatti quella di investire in aziende italiane ad alto potenziale di crescita ed elevato know how di prodotto, con un fatturato attorno ai 100 milioni di euro e attive in settori che rappresentino lo stile di vita italiano: dalla moda al design, fino all’alimentare. Si tratta di realtà per nulla insolite nel panorama industriale nazionale che, grazie all’intervento di un fondo di prvate equity quale Opera, possono espandersi in tempi brevi e svilupparsi a livello internazionale, beneficiando dell’ingresso di nuovi capitali, di un management qualificato e di una rete di relazioni che ora, grazie all’intervento di Bsmb, si amplia ulteriormente e rende più agevole l’espansione negli Usa, uno dei mercati di riferimento del made in Italy.
Tra le società in portafoglio Opera elenca, fra l’altro, Unopiù (arredamento), B&B Italia (arredamento), Sector Group (orologeria) e Bruno Magli (calzature di lusso), quest’ultima uno dei casi più deludenti in termini di performance, per la quale tuttavia è in atto un piano di rilancio che comincia a dare i primi segnali di miglioramento. Come spiegato da Renato Preti, managing partner di Opera, gli ultimi sei mesi evidenziano un +63% negli States per le collezioni maschili e un +25% per quelle femminili, con performance di analoga portata anche sul mercato giapponese.
Versace potrebbe essere quindi una new entry in portafoglio, con l’arrivo dei capitali americani? “Versace è troppo grande e troppo sviluppata rispetto al nostro target”, ha risposto John D. Howard, ceo di Bsmb presente oggi a Milano alla conferenza stampa. “Il nostro obiettivo è investire nei Versace del futuro”, ha aggiunto.
Bsmb, che fa capo a una delle maggiori banche d’affari statunitensi, ha partecipazioni principalmente nel retail e nei beni di consumo. Tra le società di cui è azionista elenca la svizzera Bally (calzature, accessori e abbigliamento), Aéropostale (retailer di casualwear) e New York & Company (rivenditore di abbigliamento casual femminile).
e.f.
stats