Oriocenter diventa il più grande centro commerciale italiano

A sei anni dal debutto, Oriocenter di Bergamo inaugura, questa sera, il nuovo ampliamento che lo rende lo shopping center più grande d’Italia, con 200 negozi e una superficie lorda affittabile di 80.000 metri quadri. Non solo: sbarcano anche le grandi insegne internazionali della fast fashion, rendendo l’offerta del centro unica nel Paese. In fase di studio pure lo sbarco dei brand del lusso.
Non è facile convincere le grandi griffe a entrare in uno shopping center italiano, perché tradizionalmente di target medio o medio basso. Ma adesso le cose stanno cambiando: “Stiamo lavorando in questa direzione – ha detto Antonio Percassi, presidente del gruppo Percassi, che sviluppa e gestisce il centro (insieme a Sonae e Espansione Commerciale) di proprietà di Commerz Grundbesitz, una delle principali società di gestione di proprietà immobiliari in Europa -. In questo modo realizzeremmo un’integrazione completa dell’offerta allineandoci ai modelli internazionali”. Intanto vengono proposte per la prima volta nella penisola, sotto uno stesso tetto, insegne come Zara, Bershka, Hennes&Mauritz, Accessorize, ma anche Calvin Klein, un primo passo nella direzione delle presenze griffate.
Sono 40 i nuovi punti vendita realizzati in questa seconda fase, 500 i nuovi dipendenti, così come i parcheggi sono aumentati a quota 6.000.
Il tutto giocato in sinergia con l’aeroporto di Milano-Orio al Serio che si trova proprio di fronte, al di là dell’autostrada. Infatti Oriocenter è diventato una meta dello shopping non solo per i viaggiatori in transito, ma anche per i numerosi turisti che, quotidianamente, prendono appositamente l’aereo per venire qui ad acquistare.
Al momento il collegamento tra i due complessi è reso possibile da un tunnel sotterraneo, ma dovrebbe essere creata – anche se il condizionale è ancora d’obbligo - una galleria sopraelevata, con negozi, che renda lo spostamento più semplice e piacevole.
Ulteriore fase di sviluppo di Oriocenter sarà la realizzazione di un hotel a quattro stelle, che dovrebbe essere attivo nella primavera 2006.
Ma le novità non finiscono qui: Antonio Percassi sta già pensando ad affiancare allo shopping center aree dedicate all’intrattenimento e alla cultura, che come anticipa “saranno assolutamente innovative”.
Intanto il fatturato 2004 previsto di Oriocenter è di 300 milioni di euro, mentre per l’anno nuovo si punta ad arrivare ai 500 milioni di euro, con 11 milioni di presenze stimate.
e.c.
stats