Orologi e gioielli: Baselworld 2009 scalda i motori

Si apre domani fino al 2 aprile, presso il centro fieristico di Basilea, il Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria. L’appuntamento, tra i più importanti a livello internazionale, accoglierà circa 2mila exhibitor, su una superficie di 160mila metri quadri suddivisa in sei padiglioni.
In questo particolare momento di incertezza per il comparto, la rassegna ribadisce il proprio ruolo di vetrina imprescindibile per i player grandi e piccoli, che potranno approfittare dell’appuntamento per ottenere feedback di mercato più chiari e diretti.
Oltre alla tradizionale presenza dei più blasonati nomi dei segnatempo e dei preziosi, non verrà trascurata la varietà multiculturale con le collettive nazionali, come quella ospitata presso la Hall of Universe, dove alcune interessanti realtà da tutto il globo esporranno i loro prodotti non firmati.
All’interno della Hall of Elements, invece, si potranno incontrare i più importanti commercianti mondiali di diamanti e pietre preziose. La manifestazione, organizzata da Mch Fiera Svizzera (Basilea), servirà anche come benchmark dei vari trend settoriali: gli esperti, ad esempio, già preannunciano creatività senza frontiere per i watch (ciò che è possibile realizzare in teoria, assicurano, verrà concretizzato dai produttori). Per i gioielli, invece, si prevede un ritorno del classic style, con il 2009 che consacrerà lo stile ornamentale, i motivi decorativi che ricordano l’Art Noveau e l’Art Déco.
m.g.
stats