OutDoor 2010 chiude con una crescita del 6% dei visitatori

Con un’affluenza di quasi 20.500 operatori del trade da 87 Paesi, in crescita del 6% rispetto alla precedente edizione, e di 920 giornalisti si è chiuso ieri a Friedrichshafen, sul lago di Costanza, OutDoor 2010.
Con i suoi 868 espositori, il salone di riferimento del mondo che ruota intorno alle attività all’aria aperta è stato caratterizzato da un grande dinamismo, riuscendo a sorprendere una leggenda cone Reinhold Messner: “Sono stupito di vedere quante aziende espongono qui ora – ha dichiarato il celebre alpinista -. L’assortimento di prodotti e servizi è praticamene infinito, il che significa che il mercato sta allargandosi. Friedrichshafen ha sviluppato una rassegna davvero stimolante”.
“Guardando sempre con positività al futuro la nostra industria ha dimostrato ancora una volta la sua capacità di collaborare, prosperare e svilupparsi - ha commentato a sua volta David Udberg, presidente di European Outdoor Group (Eog) e managing director di Lowe Alpine UK -. I numeri del salone sono promettenti e il morale del nostro comparto è alto: abbiamo avuto un grande show”. Conferma il ceo di Messe Friedrichshafen, Klaus Wellmann: “Nel suo ruolo di barometro del settore dell’outdoor, la manifestazione ha inviato segnali di tendenza in tutto il mondo”.
OutDoor 2011 si terrà dal 14 al 17 luglio del prossimo anno.
c.mo.
stats