Pantofola d’Oro: ai blocchi di partenza il bimbo. A seguire borse, abbigliamento e un monomarca

Grandi progetti per Pantofola dOro, il brand storico di calzature per il calcio, tornato a nuova vita nel 2001 grazie all’iniziativa dei due soci, Mauro Scaramucci e Kim Williams. Dopo aver ampliato gli orizzonti in direzione del tempo libero, è ora la volta della linea bimbo. Imminenti il lancio di borse e abbigliamento, e l’apertura di un monomarca a Milano.
È nata con la primavera-estate 2004 la collezione Pantofolina Kids, riproduzione in miniatura delle proposte per adulti declinate in quattro modelli, cinque materiali e tre altezze diverse. Rivolta a un target alto, la linea si accinge a fare il suo esordio al Pitti Bimbo di gennaio 2004.
“Partiamo con trenta negozi in tutta Europa. Un esempio? A Milano, le pantofoline saranno in vendita da Pupi Solari a partire dal mese di dicembre – spiega a fashionmagazine.it l’amministratore delegato Kim Williams –. La produzione è gestita internamente dall’azienda di Ascoli Piceno e segue gli stessi canoni applicati all’universo dell’adulto”.
Anche per le misure grandi, Pantofola d’Oro ha un tipo di distribuzione molto selettiva. A Milano, i nomi di riferimento sono Biffi, Corso Como, Beryl e il già citato Pupi Solari. Per il prossimo futuro, intanto, è in fase di studio il lancio di una linea di abbigliamento. “Esisteva anche in passato, negli anni Settanta – chiarisce Williams -. Ora miriamo alla creazione di proposte di gusto vintage di matrice sportiva, ma non tecnica”. Il progetto dovrebbe decollare dalla primavera-estate 2005, mentre dall’autunno-inverno 2004-2005 si comincia con le borse che saranno presentate alla prossima edizione di Pitti Uomo, dove l’azienda è presente già da tre stagioni con uno stand a Sport & Sport.
Ma per Scaramucci e Williams, che si accingono ad allestire un Museo Pantofola d’Oro ad Ascoli Piceno, le iniziative non finiscono qui. È partita infatti la ricerca a Milano di una location ideale per una boutique monomarca dove, accanto ai modelli Pantofola d’Oro in distribuzione, sarà possibile farsi fare scarpe su misura. Tante idee si traducono in ottimi risultati per la realtà marchigiana: il 2003 si chiuderà infatti con un fatturato di 4 milioni e 500 mila euro, in crescita del 120% sull’anno precedente.
c.me.
stats