Parigi: i bestiari alchemici di Delfina Delettrez

Continua il percorso creativo di Delfina Delettrez, che ha presentato la sua nuova collezione di gioielli da Deyrolle, negozio per principi giardinieri che è quasi un museo di storia naturale, dove regnano animali impagliati di tutti i tipi.
Tenendo fede al suo immaginario onirico e utilizzando smalti, oro, argento, pietre preziose, osso e zanne, Delettrez ha sviluppato una sorta di giardino delle delizie con quelli che lei chiama bestiari alchemici. Zanne di cinghiale rilegate con oro, argento, diamanti, ametiste, tormaline e legno in un insolito collier, anelli farfalla in argento e smalto, orecchini libellula in oro, smalto e labradorite, bracciali con occhio in vetro di Murano, zaffiri, argento e onice su pelliccia, chocker in argento con zaffiro, pietre di luna, tormaline e smalto.
La figlia di Silvia Venturini Fendi e del famoso gioielliere Bernard Delettrez ha visto riconoscere il suo talento persino dal Museo delle Arti Decorative del Louvre, che ha acquistato un anello e un bracciale per la propria collezione permanente di gioielli. Alcuni suoi pezzi sono stati fotografati anche nel calendario Pirelli 2009.
l.se.
stats