Parigi: lavori in corso per la sesta boutique L’Eclaireur

Per ora ci sono solo calcinacci e il nome dell’ex "proprietario", Thierry Mugler, è ancora inciso sopra la porta d’ingresso. Ma è solo questione di settimane. A fine febbraio, all’8 di rue Boissy d’Anglas, aprirà la nuova boutique L’Eclaireur, la sesta a Parigi, con un concept inedito. Imminente anche lo sbarco a Tokyo.
Su 600 metri quadri (oltre al negozio che è stato di Mugler, è stata annessa l’ex sala da tè Bernardaud, con tanto di cucine) troveranno posto non soltanto abiti e accessori, ma anche oggetti di oreficeria artistica (di marchi come San Lorenzo e Georg Jensen) e alcune proposte d’arredamento. Infine, a completare un’offerta eclettica e sempre molto trendy come è nello stile de L’Eclaireur, un bar dove verranno serviti aperitivi, tapas e altre piccole specialità.
Gli orari del negozio dovrebbero essere estesi alla serata, dando la possibilità ai clienti di fermarsi fino alle 21. Tra i brand proposti, per non "inciampare" nella concorrenza delle grandi griffe dell’attigua rue du Faubourg Saint Honoré, saranno privilegiati quelli "alternativi", come Van Noten, Mouret, Haute, Basso and Brooke, Ken Scott, Alessandro de Benedetti, Guaglianone, Thomas Wylde…E, naturalmente, Fornasetti.
Poco o niente è trapelato, finora, sul tipo di ambientazione che sarà adottata per il negozio. Si sa solo che Armand Hadida, fondatore de L’Eclaireur, è in pieno fermento creativo. Questo nuovo indirizzo de L’Eclaireur fa da contraltare all’avvio, previsto tra qualche settimana, di uno spazio a Tokyo, in un palazzo fatto costruire appositamente per l’occasione nel quartiere della moda di Aoyama.
g.p.
stats