Parigi: nasce il prêt-à-porter d'alta gamma Roberto Cavalli Saint Honoré

Si chiama Roberto Cavalli Saint Honoré, come la boutique-palazzo inaugurata lo scorso marzo nel cuore di Parigi, un progetto speciale di sartoria di lusso lanciato dallo stilista toscano nella capitale francese, in concomitanza con l'inizio delle sfilate dell'haute couture (nella foto, un modello Roberto Cavalli Saint Honoré).
"Ho voluto utilizzare questo mio meraviglioso spazio parigino per rispondere alle numerose richieste delle clienti che desiderano un abito unico di mia creazione", spiega Roberto Cavalli, convinto che nell'epoca del "mass luxury" solo la vera esclusività può costituire ancora un oggetto del desiderio.
Ogni singola creazione firmata Roberto Cavalli Saint Honoré nasce da un confronto fra il designer e la destinataria: tutti gli abiti, all'insegna della personalizzazione assoluta, sono fatti a mano, grazie a un lavoro che può richiedere 200 ore nel caso di un capo per così dire "di base", ma addirittura 700 ore quando sono previsti ricami, che vengono realizzati secondo le diverse specialità da Lesage, Vermont o Hurel a Parigi. Le stampe, a loro volta, sono opere d'arte elaborate o dipinte manualmente.
Inutile dire che i vestiti dell'atelier Roberto Cavalli Saint Honoré saranno pochissimi: 30 o 35 al massimo in un anno, con tempi di consegna variabili da tre settimane a tre mesi, periodi intervallati da almeno tre prove intermedie con la cliente.
La prima uscita rappresenta un omaggio al dna della maison: vengono infatti reinterpretati i motivi animalier e gli elementi ripresi dalla natura, in tinte sofisticate e cangianti che comprendono pastelli cipriati, blu Klein, gialli intensi e neri scintillanti, impreziositi da ricami che percorrono le silhouette come raggi di luce. I prezzi? Dai 30mila euro in su.
a.b.
stats