Parte domani Pitti Immagine Uomo numero 76

59mila metri quadrati di superficie, 734 aziende per 889 i marchi in totale, dei quali 276 esteri. Questi i numeri con cui Pitti Immagine Uomo si presenta all’appuntamento numero 76 che parte domani - inaugurazione alle ore 10,30 alla presenza di Alberto Pecci, neo presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana, Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine e del presidente di Sistema Moda Italia, Michele Tronconi - per concludersi venerdì 19.
Tra gli stand sono da segnalare alcuni nuovi ingressi - come Manuel Ritz, brand prodotto e distribuito da Manifattura Paoloni, Brooks Brothers e il debutto del total look di Vilebrequin - e diversi rientri, tra cui quelli di Allegri (che porta alla rassegna tutte e tre le sue linee, inclusa quella firmata da Francesco Scognamiglio), Lardini e Malo.
Il team guidato dall’a.d. Raffaello Napoleone ha preparato, anche per questo appuntamento, una rassegna ricca di spunti, eventi e novità, a partire dagli allestimenti della Fortezza. Il cortile ospita un alto wall, lungo 100 metri, progettato da Oliviero Baldini (nella foto il rendering) per portare alla ribalta attraverso scatti fatti direttamente al salone, lo stile e la personalità dei “Pitti People”, ovvero la community di addetti ai lavori - buyer, giornalisti, rappresentanti, p.r., pubblicitari - che animano la manifestazione fiorentina: è stato organizzato, infatti, un servizio fotografico “on the road”, o meglio per i corridoi, gli spazi e i collegamenti delle varie sezioni della rassegna.
A proposito di sezioni, anche in questo caso non sono poche le innovazioni dal punto di vista delle scenografie: a partire da Classico Italia che ha chiesto all’architetto Piero Lissoni di ripensare l’intero progetto della propria area, circa 2mila metri quadri al piano attico del padiglione centrale della Fortezza. Rinnovati anche gli altri spazi, da New Beat(s) il cui soggetto sarà questa edizione “The Secret Garden” a cura di Ilaria Marelli, a Urban Panorama, con il tema “Urban Panorama Records”, opera di Joe Velluto.
Oltre alla costante innovazione sul prodotto, da sempre fiore all’occhiello delle aziende presenti al salone fiorentino, numerosi gli eventi previsti fuori e dentro la Fortezza preparati sia dagli organizzatori che dagli espositori (vedi il nostro Fashion Timing online con tutti gli happening ora per ora).
c.mo.
stats