Parte domani il Salone del Mobile

Nato nel 1961 con 328 espositori e 12 mila visitatori, il Salone del Mobile (in programma dal 13 al 18 aprile alla Fiera di Milano) conta per questa quarantaquattresima edizione su 2.200 espositori. Prevista l'affluenza di 180 mila tra operatori e grande pubblico, oltre a 3.500 giornalisti. Come sempre ricchissimo il calendario degli eventi à côtè.
Un padiglione della grande manifestazione (il 13) è, in particolare, focalizzato sul tessile: il numero degli espositori in questo contesto non è alto - 36 presenze su oltre 2 mila metri quadri - ma è in costante crescita. Salone del Mobile significa anche, come di consueto, una serie di iniziative collaterali, che "travolgono" tutta la città e che non riguardano ormai solo il comparto dell'arredo nel senso stretto del termine.
In questi giorni, dunque, anche il mondo della moda è in fibrillazione: impossibile citare tutti i cocktail, appuntamenti, incontri, party ospitati nelle sedi delle griffe o, comunque, legati a fashion brand. Si va da Giorgio Armani - con l'opening del nuovo store Armani Casa nell'ex boutique Strenesse di via Manzoni - ad Agatha Ruiz de la Prada, che presenta nella "tienda" di via Maroncelli creazioni fra il ludico e il surreale, passando per Missoni con la sua "Divagazione simultanea" in via Solferino 9. Interessanti, inoltre, gli incontri "dopo Salone" che durante la rassegna si terranno all'interno del Just Cavalli di via della Spiga 30, mentre nella showroom di Allegri in via Stendhal 36 va in scena la mostra "Scatto Sottsass" con gigantografie di Ruy Teixeira.
Sempre nel complesso di via Stendhal 36 si inaugura stasera uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione del Salone del Mobile, ossia l'esposizione "Entrez lentament": un percorso suddiviso in otto stanze, che analizza la storia dell'abitare attraverso le testimonianze di otto architetti del Novecento e altrettanti contemporanei.
Al piede di partenza, con una festa sempre stasera presso i Laboratori Scala Ansaldo di via Tortona 58, il nuovo progetto espositivo di Pitti Immagine, battezzato Pitti Living: una mini-kermesse, aperta da domani al 18 aprile, con 38 brand specializzati nel tessile d'arredo, nell'oggettistica e nei complementi, integrati da un "Living laboratorio" dedicato ai talenti emergenti e da tre installazioni.
Da segnalare, infine - in questa lista giocoforza incompleta - "Homewear - homeware - homewhere": una riflessione a cura di C.P. Company sulle contaminazioni fra ciò che veste il corpo e ciò che veste la casa, che si concretizza in una mostra aperta dal 13 al 18 aprile in via Savona 54.
a.b.
stats