Passerelle di Londra: giornate intense

Ottima ieri la performance in passerella dei rappresentanti dello stilismo inglese: spettacolare la sfilata di Adidas by Stella McCartney, le cui creazioni sono state indossate da atlete della squadra olimpionica britannica. Elegantissime le proposte dell’heritage brand Aquascutum e altrettanto originali e interessanti le nuove collezioni di Christopher Kane e Giles. Denso di appuntamenti il timing di oggi.
Nel calendario odierno la London Fashion Week propone gli emergenti Richard Nicoll, Roksanda Ilincic e House of Holland, che presenterà in passerella anche sei diverse interpretazioni dell’iconico modello 501 della Levi’s. I jeans, personalizzati con fantasie floreali e a pois, saranno in vendita da Selfridges a partire da domani.
Riflettori puntati pure su Mulberry, che inizia un nuovo corso con la direzione artistica di Emma Hill. La giovane designer, che in passato ha lavorato per Marc Jacobs e Calvin Klein, ha creato una collezione all’insegna dell’eleganza e della vestibilità.
Sul fronte degli accessori da segnalare, oltre ai nuovi modelli di borse, per esempio la Mitzy, e alle nuove versioni delle cult bag, come la Bayswater, la linea di calzature disegnata da Jonathan Kelsey.
In passerella inoltre Basso & Brooke, il cui look per la prossima primavera-estate è stato ispirato da un viaggio in Giappone ed è basato su giochi di drappeggi e geometrie di pieghe e pinces. A concludere la giornata sarà Fashion For Relief, la serata di beneficenza la cui madrina d’onore è Naomi Campbell.
Domani il testimone passa a Vivienne Westwood, che presenta la linea Red Label, e al concorso per stilisti emergenti Fashion Fringe, del cui comitato di selezione fa parte anche da Donatella Versace.
Da registrare, infine, la vittoria, anche se parziale, della London Fashion Week per quanto riguarda il timing delle prossime edizioni: a partire dal settembre 2009 la rassegna durerà cinque giorni e non quattro come si era temuto. La decisione è stata raggiunta ieri a Londra dai rappresentanti delle capitali del fashion system durante un meeting organizzato per risolvere la situazione creata dall’anticipazione delle date di New York (vedi i fashionmagazine.it di oggi, di ieri e del 15 settembre).
p.o.
stats