Patrizia Pepe compie dieci anni e apre quattro nuovi monomarca

Con una festa nel borgo medievale di Calenzano, vicino a Firenze, Patrizia Pepe festeggia i dieci anni di attività accompagnati da una forte evoluzione, che ha portato l’azienda a un fatturato di 42.700.000 euro nel 2002, con una previsione di 51 milioni di euro per il 2003, pari a una crescita del 20%. In fase di studio una linea uomo.
La ricetta di questo successo sta nella volontà di rispondere in tempo reale alla richiesta di stile da parte delle consumatrici e quindi di abbandonare i tempi canonici delle collezioni, o meglio di integrarli con altre 40 linee l’anno: nuove proposte a ritmo settimanale per rinfrescare l’offerta dei negozi.
La distribuzione si avvale di sei showroom in Italia e altrettante all’estero (cui presto si aggiungerà quella di Londra), più sei distributori in Italia e quattro oltrefrontiera.
Sono attualmente mille i clienti multimarca nel mondo, più 12 monomarca di cui 10 in Italia e due all’estero, a Monaco e a Tokyo.
La sede si trova a Capalle (Firenze) all’interno di una originale struttura dotata anche di palestra e progettata dal designer Ronaldo Fiesoli. I dipendenti sono 120 e la produzione è di un milione di capi all’anno.
Il processo di internazionalizzazione è in continuo sviluppo: nel corso del 2002 l’azienda è riuscita a crescere del 55% persino sul sofferente mercato tedesco.
A settembre apriranno altri quattro monomarca: uno in Italia, a Verona e tre all’estero e precisamente a Mosca, Shanghai e Norimberga.
c.mo.
stats