Pelletteria: il 2003 è ancora un anno difficile

Non si intravedono inversioni di tendenza nel 2003 per il comparto della pelletteria italiana: la contrazione produttiva è destinata a protrarsi, con un arretramento stimabile intorno al 3%. Lo si apprende dalla nota congiunturale, diffusa da Aimpes in occasione dell’apertura del salone Mipel.
Le esportazioni, diminuite lo scorso anno del 10%, evidenziano nei primi cinque mesi del 2003 un miglioramento in valore (+5%), ma rimane di segno negativo il dato sulla quantità, che cede complessivamente il 2,5%. A consuntivo 2003, lo studio Aimpes prevede un calo delle vendite all’estero nell’ordine del 3-4 %.
La crescita dei valori esportati nel periodo gennaio-maggio è da ascriversi infatti, più che a una reale ripresa della domanda dei mercati internazionali, all’aumento del prezzo medio dei prodotti, conseguente all’orientamento verso articoli di maggior pregio. A fronte di una sostanziale stabilità dei valori dell’importazione (-0,8%), si assiste a un considerevole incremento dei volumi acquistati all’estero (+26,2%), con un andamento antitetico rispetto alle esportazioni caratterizzato, in questo caso, dalla prevalenza di prodotti in sintetico che non hanno subito incrementi di rilievo nei prezzi.
Per quanto riguarda i principali Paesi di destinazione dell’export, sale la Svizzera, con una crescita del 39%. In recupero, dopo la pesante flessione dell’anno scorso, l’export verso gli Stati Uniti (+7,4%), mentre permangono di segno negativo le vendite in Germania (-12,8%) e Giappone (-2,2%).
Sul fronte dei mercati di approvvigionamento, calano gli acquisti dalla Cina (-4,4%), mentre crescono le importazioni dall’Europa dell’Est (Bulgaria, Romania, Slovenia), grazie ad accordi commerciali di partnership o lavoro conto terzi.
Relativamente alla domanda interna, nei primi sei mesi dell’anno si è registrata una stagnazione dei consumi di pelletteria dello 0,2%; le previsioni di fine anno dovrebbero accentuare ulteriormente questo calo. Una schiarita non è prevista prima del 2004.
e.a.
stats