Pelletterie 1907 fallisce ma il brand Nazareno Gabrielli continua con Diaries

L'azienda di Tolentino Pelletterie 1907, titolare del marchio Nazareno Gabrielli per alcuni segmenti tra i quali la pelletteria e la valigeria, è stata dichiarata fallita di recente dal Tribunale di Macerata. Ma la griffe continua la sua storia con Nazareno Gabrielli Diaries, di proprietà del gruppo bergamasco Lediberg, che realizza agende, rubriche e cartotecnica.
Dopo che le agenzie di stampa hanno dato per finito il brand marchigiano, Maurizio Castelli, a.d. di Nazareno Gabrielli Diaries, ha dichiarato: “Il marchio continuerà a essere sostenuto da parte nostra, proseguendo a livello sia d'immagine sia di design e di qualità, la strada tracciata in 102 anni di storia straordinaria”. “Siamo molto colpiti dall'accaduto e vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà a Pelletterie 1907 e alle loro maestranze, in attesa di un celere e positivo risolversi della questione”, ha aggiunto a proposito del fallimento dell'azienda con cui condivide lo stabilimento di Tolentino e di cui Nazareno Gabrielli Diaries era licenziataria limitatamente alla produzione e commercializzazione di pelletteria e accessori nel canale “corporate gift” e promozionale.
Come assicurano dalla Lediberg, nonostante la difficile congiuntura economica, le società del gruppo continuano i loro programmi di investimento e penetrazione nei mercati esteri e di consolidamento sul mercato nazionale, sforzi che fino a oggi hanno permesso di sostenere l'occupazione senza ricorrere ad alcun ammortizzatore sociale. Fondata nel 2001, Nazareno Gabrielli Diaries conta oggi 229 dipendenti e 10 milioni di pezzi prodotti, per un fatturato annuale di 28 milioni di euro (nel 2008, in leggera flessione sull'anno precedente).
Quanto a Pelletterie 1907, ha dovuto dichiarare fallimento il 22 ottobre su istanza dei 56 dipendenti per il mancato pagamento di tre mensilità e del trattamento di fine rapporto (si parla di una somma di 1,3 milioni di euro). Come indicato da fashionmagazine.it lo scorso 8 settembre, i problemi di Pelletterie 1907 non sarebbero dipesi tanto dalla crisi e dalla mancanza di commesse, ma la mancanza di liquidità causata dall'indebitamento pregresso. Secondo le agenzie di stampa, i soci di riferimento Michele Spagna e Paolo Badile ricorreranno in appello contro la decisione del tribunale.
e.f.
stats