Pelli e calzature, rischiose ma puntuali

Gli operatori italiani del settore pelli, cuoio e calzature, hanno un rischio d’impresa superiore a quello medio del complesso delle aziende, ma praticano comportamenti di pagamento più che accettabili dai fornitori. Secondo le analisi di Dun & Bradstreet, società leader nell’area business information, in termini di affidabilità il settore presenta infatti una percentuale di aziende con rischio basso pari al 46,3% del campione (inferiore perciò alla media nazionale, pari al 49,34%). I giorni di ritardo dei pagamenti sulle scadenze concordate, tuttavia, risultano essere attorno ai 10-11 giorni contro i 16 del sistema Italia.
stats