Per Loro Piana è "The Wave" la nuova frontiera della qualità

Traspirante, scattante, performante e allo stesso tempo morbido, fluido e leggero: "The Wave" è il risultato dell’unione di due fibre straordinarie come la lana merino extrafine Super 130’s e la seta 600, sottoposte a inedite tecniche di ritorcitura. Il nuovo tessuto è stato presentato oggi nella sede milanese della Loro Piana, ma il debutto ufficiale avrà luogo a Milano Unica.
Per annunciare alla stampa la nuova generazione di prodotti dell’azienda biellese, Pier Luigi Loro Piana ha voluto al suo fianco il fotografo americano Clifford Ross, alle cui immagini di onde riprese durante gli uragani lungo la costa atlantica si ispira la collezione. “Le fotografie di questo straordinario artista sono molto vicine alle mie passioni, al nostro mondo - ha detto il ceo di Loro Piana -. La forza e la dolcezza che “The Wave” riesce a esprimere ricordano forme dinamiche e movimenti come quelli delle onde”.
Tessuti destinati, a partire dalla primavera 2009, a un target di clienti selezionato, capace di cogliere contenuti di qualità che scaturiscono da un costate lavoro di ricerca e sviluppo. “Da noi ogni mattina un team composto da una sessantina di persone si sveglia e cerca di inventare qualcosa di nuovo – sottolinea Sergio Loro Piana –. Un atteggiamento aziendale che insieme a mio fratello Pier Luigi cerco di preservare e alimentare”.
Il gruppo biellese, che opera al vertice della piramide del lusso, ha chiuso il 2007 con ricavi pari a 420 milioni di euro e con una crescita reale del 9%. Sergio Loro Piana guarda con ottimismo anche al 2008: “Nella divisione prodotti finiti, che ormai rappresenta il 60% del nostro fatturato, la crescita sarà a doppia cifra - conferma - e anche nel tessile ci sono buone prospettive, pur con performance più contenute”.
t.m.
stats