Perdite più che raddoppiate per Ratti

Da gennaio a settembre 2003 Ratti ha visto le perdite ante imposte salire a 7,3 milioni di euro, dal rosso di 3,4 milioni dell’analogo periodo del 2002. Il fatturato è sceso invece a 71,4 milioni di euro, dai precedenti 80 milioni. Tuttavia le prospettive dell’azienda specializzata nei tessuti per abbigliamento donna, foulard, sciarpe e cravatteria potrebbero diventare più rosee a fine anno.
Visto il progresso del terzo trimestre rispetto ai due precedenti, il management ha stimato un fatturato in aumento anche nell’ultimo quarto dell’esercizio. Nonostante ciò, le vendite di fine anno sono previste inferiori a quelle del 2002.
Lo scorso mese, forti rialzi del titolo Ratti in Borsa erano stati interpretati da alcuni come segnali di operazioni di finanza straordinaria imminenti, prontamente smentite dalla società (vedi fashionmagazine.it del 10 ottobre).
e.f.
stats