Perna-Ngok le trattative proseguono

Si è tenuto oggi il cda di It Holding, che, recita un comunicato appena diramato dal gruppo, "ha conferito ampio mandato al presidente Tonino Perna a proseguire le trattative, con vincolo di esclusiva fino al 31 dicembre 2008, con la Mensun Ltd., società rappresentata dal signor Billy Ngok".
Il Consiglio ha altresì preso atto delle dimissioni presentate dal consigliere Antonio Di Pasquale, per consentire la cooptazione, alla prossima riunione, di un amministratore esecutivo, che assumerà la carica di amministratore delegato.
Ancora nulla di certo quindi sull’ipotesi di partnership con Billy Ngok, con il quale sono in corso da tempo trattative. Sui possibili esiti del confronto tra Tonino Perna e l'imprenditore di Hong Kong girano voci discordanti, anche sui giornali di oggi: c’è chi riporta indiscrezioni secondo le quali Ngok dovrebbe fare il suo ingresso con una quota di minoranza nella holding quotata in Borsa e avere la maggioranza di una nuova società, che verrebbe costituita per distribuire i brand di IT holding in Asia, e chi parla, invece, ovviamente al condizionale, di una cessione della maggioranza di Ittierre, la società industriale del gruppo.
Sempre secondo voci di stampa, Ngok avrebbe già discusso anche con le varie maison che hanno affidato le proprie linee giovani in licenza ad Ittierre e avrebbe ricevuto il loro nulla osta: le griffe in questione - tra cui figurano nomi come Roberto Cavalli, Versace, Costume National - hanno voce in capitolo nel caso si concludesse un accordo, in quanto i contratti prevedono che debbano dare il loro assenso nell’eventualità di cambiamenti della proprietà della società con cui hanno i rapporti.
Come è noto, l'arrivo di un nuovo socio in tempi brevi darebbe sollievo alle casse del gruppo guidato da Tonino Perna che ha bisogno di risorse immediate per fare fronte al debito: al 20 dicembre scade il rinvio ottenuto per la rata da 9 milioni di euro (del prestito sindacato da 108,4 milioni) da restituire al pool di istituti guidati da Intesa Sanpaolo e in febbraio sono da rimborsare 20 milioni relativi al debito contratto da PA Investments con Efibanca (da 136,5 milioni di euro).
In totale l’indebitamento It Holding al 30 settembre di quest'anno ammontava a 295,4, milioni (vedi fashionmagazine.it del 14 novembre scorso). c.mo.
stats