Phillips-Van Heusen Corporation rilancia cK Calvin Klein a partire dall’Oriente

La Phillips-Van Heusen Corporation, attraverso la Calvin Klein Inc., rilancerà dal prossimo anno la linea-ponte di abbigliamento cK Calvin Klein a partire dai Paesi asiatici.
La collezione era stata "chiusa" negli Stati Uniti - ma anche in Europa e Medio Oriente - nella primavera 2001 a causa degli scarsi risultati in termini di fatturato, mentre ha continuato a essere presente in Giappone grazie a un accordo di licenza con On Business Trend Co. Ltd. di Tokio.
Solo il jeanswear cK Calvin Klein ha continuato a essere presente sul mercato, con il gruppo Fratini in veste di produttore e distributore per il Vecchio Continente e l'Asia.
Il rilancio sarà reso possibile anche grazie al contratto di licenza a lungo termine firmato con la cK 21 Hidungs Pte. Ltd. di Christina Ong, volto a riportare i prodotti cK Calvin Klein in determinati mercati orientali, tra cui la Cina.
La partnership riguarda lo sportswear uomo e donna, l'abbigliamento uomo, le calzature uomo e donna, le borse e la piccola pelletteria.
Si tratta di un contratto di licenza che prevede tra l’altro l'apertura di alcuni negozi e shop-in-shop a Singapore, in Malesia, Thailandia, Hong Kong e nella Repubblica Popolare mentre in Korea, Taiwan e Cina vedranno la luce anche punti vendita in franchising.
Per quanto riguarda l'Europa e gli Stati Uniti, con ogni probabilità il brand tornerà in scena con la primavera-estate 2005.
a.g.
stats