Pierre Bouissou, ex Berluti, al vertice di Boucheron

Cambio della guardia in Boucheron, griffe francese dei gioielli controllata dal gruppo Ppr. Il presidente e ceo Jean-Christophe Bedos lascia la maison dopo sette anni per "perseguire nuove sfide" non ancora precisate. Dal 10 giugno gli succede Pierre Bouissou, amministratore delegato presso il marchio di calzature di alta gamma Berluti, in capo a Lvmh.
“Siamo lieti di dare a Pierre il benvenuto in Boucheron e Ppr - ha commentato all'annuncio Alexis Babeau, deputy ceo di Ppr Luxury Group -. Con Pierre sono certo di avere una persona con le competenze e l'esperienza necessarie per continuare a portare avanti il lavoro svolto finora e accelerare l'andamento positivo già avviato”. “Negli ultimi sette anni - ha aggiunto - Jean-Christophe Bedos si è dedicato a riportare Boucheron a una posizione solida e di sviluppo. Sotto la sua direzione, il marchio è stato rilanciato sulla scena internazionale come una delle case di gioielleria più prestigiose del mondo. Ringraziamo Jean-Christophe per il suo significativo contributo e gli auguriamo il meglio per le sue nuove sfide".
“Boucheron è una prestigiosa azienda con una tradizione di 153 anni, oltre a costituire il punto di riferimento nell'élite dell'alta gioielleria - ha affermato Pierre Bouissou -. Sarà molto entusiasmante per me portare questa marca a un livello di eccellenza ancora più elevato”.
La new entry proviene dal vertice di Berluti ma vanta un'esperienza anche come business unit manager di Parfums Christian Dior. Prima ancora ha ricoperto varie posizioni in ambito marketing e sviluppo presso Laboratori Pierre Fabre e L'Oréal, inoltre ha avviato la sua carriera come international product manager skincare nel gruppo Unilever a Parigi.
e.f.
stats