Pitti Immagine Bimbo: 530 marchi internazionali all'edizione numero 69

Sono 530, di cui il 41% dall'estero, i marchi che partecipano da domani al 27 giugno a Pitti Immagine Bimbo, manifestazione leader nel suo segmento di riferimento, articolata in otto sezioni. Atteso un pubblico di circa 10mila compratori e oltre 500 giornalisti (nella foto, la primavera-estate 2010 della nuova linea Scervino Street Girls, in licenza a Mafrat).
Come sottolinea Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine, "Pitti Bimbo è il punto di riferimento internazionale per le collezioni moda dedicate a bambini e teenager". Una kermesse che, precisa Poletto, rispecchia nei settori Pitti Bimbo, Sport Generation, Superstreet, BabyWorld, Kids Design, New View, EcoEthic e Apartment l'evoluzione dei lifestyle in piccole taglie.
Tra le new entry e i rientri, da menzionare il childrenswear di Hugo Boss affidato a Cwf, Murphy & Nye e Killah seguite da Keyart, Freddy in licenza a Junior Fashion Group, Scervino Street Girls e le calzature di Ferrari Junior Collection tra le novità di Mafrat, il look Billionaire per gli under 14 prodotto e distribuito da Gi.Mel, la linea baby di American Apparel e l'esordio di 120% Lino in versione kid. Non mancano realtà di spicco del contemporary sportswear, quali Husky e Kawasaki, e nomi di ricerca come Cerise Little e Moulin Roty.
Curiosando tra le varie aree, si nota che il layout di Apartment, la "casa" del lusso, è stato curato da Ilaria Marelli, che ha giocato sul tema "Micromacro", mentre Sergio Colantuoni (in collaborazione con Vogue Bambini) si è concentrato su New View, ricreando in Fortezza un mega-set di un servizio fotografico.
a.b.
stats