Pitti Immagine Filati a quota 5.527 compratori

Diffusi oggi i dati di affluenza di Pitti Immagine Filati: il salone fiorentino, che ha chiuso i battenti il 4 luglio, ha archiviato la 63esima edizione a quota 5.527 presenze, di cui 2.534 da oltrefrontiera, in lieve calo rispetto ai 6.215 ingressi di un anno fa.
In testa, dall'estero, i compratori di Germania, Gran Bretagna, Giappone, Francia e Usa. Performance positive da Russia, Cina, Polonia, Turchia e Israele. Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, ha commentato questi dati ribadendo la validità della formula della manifestazione, pur nel contesto di un quadro congiunturale delicato soprattutto a monte della filiera. "Il processo di selezione dei clienti - ha detto - lo stiamo percependo anche noi, ormai da qualche stagione, alla Fortezza da Basso. È inutile negare che la filatura stia attraversando una fase molto difficile, soprattutto sui mercati più maturi". Ma, come ha precisato Napoleone, proprio in questi frangenti è importante non mancare l'appuntamento con un salone che "rappresenta un baluardo nel raccogliere e presentare le migliori espressioni del settore in Italia e all'estero, le realtà più orientate alla ricerca e alla qualità, quelle più attrezzate a rispondere alla crisi internazionale". "Nei giorni di Pitti Filati - ha concluso - le nostre aziende ci hanno confermato di avere incontrato tutti i loro clienti più significativi e di avere lavorato molto bene in termini di ordinativi per la prossima stagione". Nei corridoi della Fortezza, secondo quanto riportato dall'a.d., si sono visti i creativi e i responsabili degli uffici stile di marchi come Armani, Balenciaga, Benetton, Calvin Klein, Dior, Dolce & Gabbana, Ferragamo, Gucci, Prada, Valentino e Ralph Lauren, solo per citarne alcuni.
Da segnalare il successo dello Spazio Ricerca, intitolato "Turbonatura" (curato da Angelo Figus e Nicola Miller) e della nuova area "Eco-Equo-Friendly" che fa capo a Ornella Bignami. Quanto a Vintage Selection, la manifestazione sulla moda d'antan che ha avuto luogo alla Leopolda in concomitanza con Pitti Filati, i numeri sono soddisfacenti: si parla infatti di 4.500 visitatori, che hanno apprezzato le proposte ispirate a "You Ginger, Me Fred", ossia al mondo della musica e del ballo dagli anni Quaranta ai giorni nostri.
a.b.
stats