Pitti Uomo prosegue il cammino di ricerca nei territori del lifestyle

"Design Watching" è il tema generale dell’edizione di Pitti Uomo che va in scena a giugno, dal 15 al 18, un concetto che rimanda alla fisionomia in evoluzione della manifestazione: sempre più contenitore di spunti e suggestioni, all’insegna del lifestyle. Prosegue il rinnovamento del Padiglione Centrale a cura di Patricia Urquiola, nasce una nuova sezione, My Factory, e si attende la sfilata dell’ospite speciale, Jil Sander (nella foto, il salone alla scorsa edizione di gennaio).
“Design Watching è un’incursione nel mondo della moda e del design attraverso una serie di suggestioni raccolte da un team di “watcher” assoldati per l’occasione (buyer, giornalisti, curatori, designer, opinion leader) ai quali è stato chiesto di individuare i loro nuovi oggetti di design preferiti. Uno spunto che darà vita a un allestimento di impatto curato da Patricia Urquiola. Il noto architetto ha portato avanti il progetto di revisione del Padiglione Centrale che, dopo un primo assaggio con il piano inferiore (lo scorso gennaio), presenta una veste inedita anche per l’attico.
A proposito di novità, nasce negli spazi del Lyceum una sezione battezzata “New Factory”, dedicata a un segmento commerciale legato all’odierna cultura metroplitana: collezioni e capsule realizzate da giovani creativi e prodotte da marchi internazionali fra cui Levi’s Vintage Clothing, Redwing Shoes, Soulland. A proposito di talenti in erba, è prevista la presentazione della seconda edizione di “Who is on Next? a Pitti Uomo” con la premiazione dei due vincitori, uno per il prêt-à-porter e uno per gli accessori.
Sul fronte degli eventi speciali, si attende la sfilata di Jil Sander che il direttore creativo, Raf Simons, presenterà il 17 giugno. Altro happening importante è la rassegna dal titolo “Between Art and Life”, la prima in uno spazio pubblico italiano dedicata all’americana Andrea Zittel, figura di spicco dell’arte contemporanea internazionale, che andrà in scena alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti.
Secondo gli aggiornamenti odierni, saranno 950 in totale i marchi presenti alla manifestazione di giugno, con la previsione di circa 80 new entry. Fra i progetti speciali, da seguire la presentazione in anteprima del nuovo corso di C.P. Company, il ritorno significativo di G-Star, la presentazione del progetto Made in the Usa firmato Levi’s Vintage Clothing, il lancio della collezione disegnata da Roberto Menichetti per Brema, la nuova linea di Seventy battezzata Seventy Pulse. Tra gli eventi collaterali, da segnalare l’iniziativa “Firenze 4ever...It’s magic” promossa da Lusaviaroma, dal 10 al 13 giugno, per festeggiare i primi dieci anni di attività online: per l’occasione sono stati invitati i 50 migliori blogger internazionali, che avrano a disposizione le top collection dell’inverno prossimo per realizzare redazionali per i loro blog.
c.me.
stats