Polo Ralph Lauren: il quarter sale, i nove mesi scendono

Polo Ralph Lauren conclude il terzo trimestre fiscale con profitti per 113 milioni di dollari, dai 111 milioni dell'analogo periodo dello scorso anno. Come spiegano dalla fashion house di New York, la diminuzione del tax rate ha più che compensato l'effetto diluitivo associato alle recenti acquisizioni. Lo stesso non si può dire del risultato a nove mesi, che scende del 3% a 316 milioni di dollari.
Come ha commentato il chairman e ceo Ralph Lauren, Polo Ralph Lauren è ben posizionata per beneficiare di una crescita di lungo periodo, nonostante sui mercati imperversi la volatilità. Questo grazie anche alla eterogeneità dei brand in portafoglio e al talento dei creativi e dei manager in forze nel gruppo.
Nel terzo quarter la corporation ha totalizzato ricavi per 1,27 miliardi di dollari, in aumento dell'11% rispetto allo stesso periodo del 2007 (+6% se non si tiene conto delle acquisizioni, tra le quali Impact 21, vedi fashionmagazine.it del 23 maggio 2007). Stesso tasso di incremento anche per il turnover a nove mesi, che ha raggiunto il livello di 3,6 miliardi di dollari.
Per l'intero fiscal year, la società quotata al Nyse ha previsto una contrazione dei margini ma ha alzato le previsioni di utile per azione: nelle precedenti stime era in un intervallo compreso tra 3,50 e 3,60 dollari, ora è atteso nella parte bassa del range 3,64-3,74 dollari. Il giro d'affari dovrebbe mostrare una crescita a cifra doppia.
Per l'esercizio fiscale 2009, invece, l'incremento delle vendite dovrebbe risultare a cifra singola (low to mid).
e.f.
stats