Polo Ralph Lauren in lotta contro i canali di vendita non autorizzati

Come è già successo in passato, articoli a firma Polo Ralph Lauren sono stati venduti in uno store tedesco, senza che la Casa di moda americana ne fosse la fornitrice ufficiale.
La scorsa settimana Kaufhof Warenhaus, gruppo tedesco di grandi magazzini, ha confermato che erano presenti due capi Polo Ralph Lauren in negozio, precisando però che erano autentici e acquistati attraverso i canali ufficiali.
Brian Duffy, capo di Polo Ralph Lauren Europa, tuttavia, è convinto che “il prodotto pubblicizzato e venduto nei magazzini Kaufhof non proveniva dalla nostra società” e che Kaufhof non è “un venditore approvato dal marchio Polo Ralph Lauren”.
In vendita da Kaufhof, la cui sede è a Colonia, erano in particolare polo da donna e camicie tipo Oxford da uomo, a quasi la metà del prezzo originale. “Faremo il possibile per tutelare con fermezza l’utilizzo dei nostri marchi”, ha detto Brian Duffy, che sta dando il via a un’indagine in merito.
Nell’ottobre dello scorso anno, la catena tedesca di supermercati Plus, che fa parte del gruppo Tengelmann, ha commercializzato 300 mila capi Polo Ralph Lauren per uomo e donna a un prezzo più basso del 50 per cento rispetto ai listini regolari: anche in questo caso, la compagnia americana ha precisato di non avere fornito la merce e che si sarebbe affidata alle vie legali.
stats