Polo Ralph Lauren: nove mesi in crescita e un rallentamento nel terzo quarter

Ricavi netti in crescita per Polo Ralph Lauren nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2009: la casa di moda americana è infatti passata da 3,64 a 3,79 miliardi di dollari (+4%). Ma, inevitabile, è arrivato un leggero rallentamento nel terzo trimestre, con una riduzione da 1,27 a 1,25 miliardi di dollari (-1%).
Quanto all'utile netto, se nei nove mesi ha ottenuto una performance positiva (+14%, a quota 362 milioni di dollari), nei tre mesi è sceso da 113 a 105 milioni di dollari. Stesso discorso per l'utile lordo (+7%, pari a 2,10 miliardi di dollari, nei nove mesi e -1%, pari a 670 milioni, nei tre mesi) e per l'utile operativo: 556 milioni di dollari nei nove mesi (+9%) e 167 milioni di dollari (-2%) nei tre mesi.
"Questo è uno dei momenti più difficili che la nostra società e l'intero sistema industriale abbiano mai attraversato - ha commentato il chairman e ceo, Ralph Lauren -. Sono comunque orgoglioso della capacità del nostro team di gestire il business, in modo da proteggere il marchio e proseguire in direzione del raggiungimento dei nostri obiettivi. È proprio in tempi come questi che le realtà e i brand forti sanno distinguersi". "Dopo un primo semestre più che positivo - ha puntualizzato Roger Farah, presidente e coo - lo scenario è bruscamente cambiato nel terzo quarter e ci aspettiamo che la propensione alla spesa del consumatore si indebolisca ulteriormente. Ma, nonostante la congiuntura difficile, sono convinto che noi ci troviamo in una posizione favorevole: abbiamo un programma a lungo termine e chiare coordinate strategiche per concretizzarlo".
Ma non è l'ora di lasciarsi andare a un ottimismo fuori luogo: per il fiscal year 2009 sono state riviste al ribasso le stime relative all'utile per azione, da 4/4,10 dollari a 3,85/4 dollari.
a.b.
stats