Polo Ralph Lauren pubblica i risultati annuali: ancora un anno da record secondo i vertici

Salgono del 13%, a 3,75 miliardi di dollari, i ricavi netti annuali di Polo Ralph Lauren, che batte di nuovo un record, secondo il ceo Ralph Lauren. L’utile dell’esercizio fiscale 2006, con un +62%, ha invece raggiunto quota 308 milioni. Intanto il gruppo pensa di non distribuire più Polo Jeans Co. negli Usa.
Se non si tiene conto degli oneri straordinari (circa 100 milioni di dollari) inerenti la controversia con il licenziatario Jones Apparel Group, recentemente conclusasi con il riacquisto di Polo Jeans (vedi fashionmagazine.it del 6 febbraio), la crescita dei profitti si ridimensiona a un +21,3%.
I numeri di bilancio beneficiano inoltre di una crescita dell’8% del fatturato dell’ultimo quarter, che ha totalizzato 972 milioni di euro. I profitti trimestrali sono saliti a 63 milioni di dollari, dai 23 milioni del quarto trimestre. Risultano tuttavia in calo (da 86 a 63 milioni) se si escludono gli oneri straordinari legati a Jones Apparel. Per l’esercizio 2007 il management ha stimato un utile per azione nel range 3-3,10 dollari, contro i 2,87 del 2006.
Come riportato ieri dai media americani, la corporation di New York avrebbe deciso di porre termine alla distribuzione del brand Polo Jeans Co., al momento soltanto negli Usa. Sarebbe in corso, infatti, un più vasto progetto che riguarda il business del denim, in base al quale il marchio verrebbe rimpiazzato, nell’uomo, da una premium line maschile con etichetta Polo Ralph Lauren e, nella donna, da una linea di jeanswear con label Lauren.
e.f.
stats