Polo Ralph Lauren: utili e ricavi in aumento

Buone performance in termini di ricavi e utili per Polo Ralph Lauren. Le vendite nette del big player newyorkese, per l’anno fiscale chiuso il 29 marzo, hanno raggiunto quota 4,88 miliardi di dollari, con un incremento del 14% rispetto all’esercizio precedente. Nello stesso periodo, la società ha totalizzato utili per 420 milioni di dollari, rispetto ai 401 milioni del 2007, mettendo a segno un aumento del 4,7%.
Nel dettaglio, le vendite del segmento wholesale si sono attestate a 2,76 milioni di dollari, un +19% rispetto ai 2,32 miliardi dell’intero esercizio 2007 (+8% se si escludono gli effetti delle recenti acquisizioni): un incremento che beneficia principalmente dei buoni risultati del lancio del lifestyle brand American Living, creato in esclusiva per J.C.Penney, del dinamismo del continente europeo e della crescita delle attività core dell’abbigliamento (menswear, Lauren e Chaps in particolare) . Il comparto retail contribuisce alla crescita dei ricavi con vendite per 1,91 miliardi di dollari, in aumento per il 2008 del 10% rispetto all’esercizio precedente (1,74 miliardi nel 2007). “Sono fiero del progresso che la nostra società ha messo a segno durante l’anno, considerando le importanti sfide che sono emerse nella seconda metà” ha sottolineato Ralph Lauren, chairmain e ceo della company con sede a New York, riferendosi anche alla delicata situazione congiunturale americana, che penalizza soprattutto il retail.
Nello specifico del quarto trimestre, ancora buone le performance del segmento wholesale, con net sales aumentate del 25% a 786 milioni di dollari, e utili che fanno un balzo del 42,4% raggiungendo i 104 milioni di dollari (erano 73 milioni nell’ultimo quarter 2007).
Il gruppo prevede, per il nuovo esercizio 2009, un incremento dei ricavi che dovrebbe essere a cifra singola “low to mid”, mentre la stima dell’utile per azione rimane fra 3,95-4,05 dollari (3,99 dollari nell’anno fiscale concluso lo scorso 29 marzo).
d.p.
stats