Ppr: +5,8% i ricavi nel 2008, stabili gli utili

Ppr ha archiviato il 2008 con ricavi di 20,2 miliardi di euro, in aumento del 5,8% sul 2007 (+2,2% a cambi costanti); stabile l’utile netto a 875,2 milioni (+0,1%). In progresso del 5,5% Gucci Group a 3,38 miliardi di euro. Previsti tagli all’organico di Conforama e Fnac. Il gruppo francese non ha rilasciato previsioni per il 2009.
Nel quarto trimestre dello scorso esercizio, caratterizzato dal deteriorarsi della propensione all’acquisto dei consumatori, il colosso d’Oltralpe ha messo a segno un turnover di 5,7 miliardi di euro, pressoché in linea con l’analogo quarter 2007 (-1,5% a valute costanti) e con Gucci Group in avanzata del 4,5% a 931,8 milioni di euro. La controllata di Ppr ha chiuso il fiscal year 2008 a +5,5%, anche grazie alle performance di Bottega Veneta (+9,8% a cambi correnti) e Yves Saint Laurent (+18,8%). La stessa Gucci, prima voce nelle vendite, ha consolidato ricavi per 2,2 miliardi di euro, in rialzo dell’1,4%.
Fra le altre società che fanno capo a Ppr, a parte i buoni risultati del turnover di Puma (vedi anche fashionmagazine.it di ieri), stabile il giro d’affari annuale per la catena Fnac (+0,1% sul 2007, a 4,58 miliardi di euro) mentre Conforama è arretrata del 4,4% a 3,17 miliardi. Le due insegne del gruppo presieduto da François-Henri Pinault taglieranno nei prossimi tre anni, in un piano di riduzione dei costi, circa 1.200 dipendenti. Si apprende oggi dalla stampa elvetica che la libreria Fnac di Basilea, dopo neanche un anno dall’inaugurazione, chiuderà i battenti il prossimo marzo, lasciando a casa una sessantina di persone.
d.p.
stats