Ppr cresce nei primi nove mesi dell’anno, anche con i luxury good

Bilancio positivo per i conti del colosso francese Ppr: nei primi nove mesi dell’anno, i ricavi del gruppo hanno raggiunto quota 14,5 miliardi di euro, in progresso dell’8,1% a cambi correnti (+3,6% a valute costanti) rispetto all’analogo periodo del 2007. Primi segnali di rallentamento nel terzo quarter, con il turnover che si è attestato a 4,94 miliardi di euro (+1,7% sul 2007).
Il segmento luxury con Gucci Group (cui fanno capo brand del calibro di Yves Saint Laurent, Bottega Veneta e Alexander McQueen), nei nove mesi chiusi lo scorso 30 settembre, ha totalizzato un fatturato di 2,45 miliardi di euro, in progresso del 5,7% a cambi correnti (+11,2% a cambi costanti). Nel dettaglio del terzo trimestre (+4,6%), brilla il Nord America, dove le vendite sono aumentate del 9%, bene anche Giappone (+5%) mentre l’area Asia-Pacifico, a esclusione del Paese del Sol Levante, si è mostrata particolarmente dinamica (+27%), grazie anche alla Cina (+55%). Cresce del 2%, infine, il mercato del Vecchio Continente.
Per quanto riguarda i marchi dell’area lusso, Gucci ha registrato un turnover nei nove mesi di 1,57 miliardi di euro, in crescita dello 0,6% (+6,4% a valute costanti), mentre Bottega Veneta si segnala per il fatturato che è avanzato a doppia cifra (+14,7% a 299,9 milioni di euro, che diventa +20% a cambi costanti). Sono cresciuti Yves Saint Laurent (+20,7% a 195,6 milioni di euro) e il segmento Other Brands (Stella McCartney, Boucheron, Sergio Rossi, Alexander McQueen e Balenciaga), i cui ricavi si sono portati a 391,8 milioni di euro, balzando del 14,8% (+18,7% a cambi costanti).
Fra le altre divisioni del gruppo d’Oltralpe, nei nove mesi in considerazione, il marchio di sportswear Puma si è attestato a 1,96 miliardi di euro (+8,8% a valute costanti), Fnac a circa 2,98 miliardi di euro (+0,7%) mentre Conforama è arretrata del 3,1%, registrando ricavi per 2,32 miliardi di euro.
“Grazie al nostro business profile equilibrato e la forza dei nostri global brand, Ppr ha messo a segno una crescita di oltre l'8% (a cambi correnti) nei primi nove mesi del 2008, malgrado il deteriorarsi della propensione all'acquisto dei consumatori nel terzo trimestre”, ha dichiarato François-Henry Pinault, ceo del colosso francese.
d.p.
stats