Ppr e Yoox: i dettagli sulla joint venture che rafforza i marchi del lusso online

Federico Marchetti, fondatore e amministratore delegato di Yoox, l’ha definita “la partnership per l’online retailing del lusso più completa, innovativa e di lungo termine del web”. Stiamo parlando della joint venture siglata tra la società del pioniere italiano dell’e-commerce di moda e il gruppo francese Ppr di François-Henri Pinault, di cui si sono conosciuti i dettagli questo mese.

 

La neocostituita società - partecipata al 51% da Ppr e al 49% da Yoox - sarà interamente dedicata alla gestione degli online store monomarca di numerosi brand della holding d’Oltralpe: Bottega Veneta, Yves Saint Laurent, Alexander McQueen, Balenciaga e Sergio Rossi. I negozi virtuali di Bottega Veneta e Sergio Rossi saranno i primi a essere lanciati entro la fine di quest’anno, mentre entro la fine del prossimo tutti le boutique digitali dei marchi in portfolio saranno attive a livello globale, Cina inclusa.

 

Questo il progamma di marcia di un sodalizio che punta sulla leadership dei due partner nei rispettivi settori per cogliere appieno il potenziale di crescita consentito dalle vendite via Internet in tutto il mondo. La joint venture sarà consolidata da Ppr e riconoscerà a Yoox - a fronte dei servizi offerti e delle attività svolte - un corrispettivo stabilito in base ad accordi di revenue-share. Dopo sette anni dall’intesa, Ppr e Yoox avranno diritto di esercitare rispettivamente opzioni call e put sulla quota di Yoox nella società creata ad hoc.

 

Nel primo semestre del 2012 Yoox ha registrato ricavi netti per 172,9 milioni di euro (+ 31,7%), con un ebitda in progessione del 24,1% a quota 9,8 milioni di euro e un risultato netto di 2,2 milioni di euro (-25,6%).

stats