Ppr supera il 99% del capitale di Gucci Group allo scadere dell’Opa

Aggiornando in merito ai primi risultati dell’Opa lanciata su Gucci, l’azionista di maggioranza Pinault-Printemps-Redoute ha reso noto di essere in possesso di una quota complessiva del 99,23% del capitale del gruppo del lusso. Conformemente ai termini previsti dall’operazione, il periodo dell’offerta è stato prolungato fino al prossimo 20 maggio.
Come precisato dal colosso francese, le azioni consegnate in sede di Opa sono risultate 33.267.342. A questo proposito ricordiamo che il prezzo d’offerta fissato da Ppr per ottenere il controllo di Gucci è di 85,52 dollari per ciascun titolo (i mercati di scambio del titolo sono il New York Stock Exchange e l’Euronext di Amsterdam).
La fine del mese è un’altra data importante per Gucci Group: oggi l’a.d. Domenico De Sole è al suo ultimo giorno nella società di cui è stato il fautore del rilancio insieme alla guida creativa, Tom Ford. Nelle numerose interviste pubblicate dalla carta stampata per l’occasione, il manager ha di nuovo ribadito di non avere programmi, ma il suo non sarà un vero e proprio periodo sabbatico: fa parte, infatti, dell’organo di governo delle americane Bausch & Lomb e Procter & Gamble ed è possibile che entri nel cda di Telecom.
Come annunciato da fashionmagazine.it lo scorso 21 aprile, De Sole passa il testimone a Robert Polet, ex presidente della divisione ice cream e surgelati in Unilever.
e.f.
stats