Prada cresce del 10% nel 2005

Prada Holding ha dichiarato che si focalizzerà sul profittevole business della pelletteria e degli accessori e per quest’anno non proseguirà nell’apertura di nuove boutique, vista la crescita a due cifre delle vendite e dei profitti registrata nel 2005. Intanto, Miuccia Prada e Patrizio Bertelli sono stati inclusi dal Time Magazine tra le cento coppie più influenti al mondo.
I dati preliminari sull’esercizio 2005 mostrano che la società Prada, a cui fanno capi i marchi Prada, Miu Miu, CarShoe e Azzedine Alaïa, ha chiuso con un fatturato di 1,33 miliardi di euro, con un incremento del 10% rispetto al 2004. La vendite di abbigliamento hanno rappresentato il 36% dei ricavi rispetto al 40% dell’anno precedente, mentre sono passate dal 35% al 36% e dal 24% al 27% le quote generate rispettivamente dagli articoli in pelle e dalle scarpe.
Lo spostamento verso i prodotti a più alti margini di redditività e la riorganizzazione della rete retail del gruppo hanno portato a un incremento dell’ebidta del 20% a 200 milioni di euro. Un portavoce di Prada ha detto che non ci saranno nuove aperture fino al 2007. Il gruppo ha anche pianificato di riposizionare il marchio Miu Miu, che lo scorso anno ha raggiunto vendite per 125 milioni di euro. Sia Prada, sia Miu Miu hanno registrato una crescita a due cifre in Asia e Stati Uniti.
CarShoe ha raddoppiato il fatturato passando da 7 a 16,5 milioni di euro, mentre le vendite di Azzedine Alaïa sono salite da 9 a 10 milioni di euro, anche se "i profitti sono risultati deboli". Recentemente il gruppo ha venduto la Casa di moda tedesca Jil Sander e la Fashion house Helmut Lang per focalizzarsi sui marchi principali, i cui ordini per l’autunno/inverno dovrebbero essere cresciuti del 12%.
gd
stats