Prada: ieri il corto "A Therapy" a Cannes, oggi l'assemblea degli azionisti

Prada tra Cannes e Hong Kong: dopo aver ricevuto gli applausi del pubblico della Croisette ieri, al termine della proiezione del corto "A Therapy" diretto da Roman Polanski, la griffe ha convocato oggi l'assemblea degli azionisti nell'ex colonia britannica. Approvato un dividendo di 5 centesimi di euro per azione, corrispondente a un pay-out del 29% sull'utile netto.
Nel 2011 quest'ultimo, come già comunicato al mercato (vedi fashionmagazine.it del 29 marzo scorso), è stato di 431,9 milioni di euro, in aumento del 72,2% rispetto al 2010, con un'incidenza del 16,9% sui ricavi consolidati, che si sono attestati a 2,55 miliardi (+24,9%).
Confermato per il prossimo triennio l'incarico di consiglieri a Miuccia Prada (presidente), Patrizio Bertelli, Carlo Mazzi, Donatello Galli, Marco Salomoni, Gaetano Micciché e, come consiglieri indipendenti, a Gian Franco Oliviero Mattei, Giancarlo Forestieri e Sing Cheong Liu.
Ieri Prada è stata sotto i riflettori al Festival di Cannes insieme a Roman Polanski, di cui si presentava la versione restaurata del film "Tess": per la casa di moda il regista ha infatti realizzato il corto "A Therapy", proiettato a sorpresa prima dell'inizio della pellicola che portò alla ribalta l'attrice Nastassja Kinski nel 1979. Protagonista di "A Therapy" è Ben Kingsley, psicanalista interessato più alla pelliccia che alle elucubrazioni della sua paziente, interpretata da Helena Bonham-Carter. Perché, come si legge alla fine, "Prada suits everyone".
a.b.
stats