Prada: quasi 1.500 metri quadri nel cuore di Mosca

Dopo l'opening in Stoleshnikov Pereylok del primo negozio moscovita Miu Miu a gestione diretta, adesso è la volta di Prada, che debutta con un flagship di 1.470 metri quadri in un building - di proprietà di Crocus Group ed ex location di un multimarca Crocus - all'angolo tra Bolshaya Dmitrovka e la nota via pedonale della capitale russa.
Il gruppo milanese-aretino con questa seconda importante inaugurazione dà ufficialmente il via al progetto di penetrazione autonoma del mercato russo, dopo il divorzio avvenuto all'inizio del 2011 dal partner storico Mercury Group.
Il nuovo store - che propone al pubblico le collezioni donna e uomo di abbigliamento, borse, accessori e calzature - è uno dei più grandi avviati dal brand in Europa.
Firmato dall'architetto Roberto Baciocchi, il concept presenta una facciata di grande impatto visivo, grazie alle numerose vetrine a tutta altezza che si susseguono fino all'ultimo piano.
Una preziosa scala in marmo nero collega tra loro i tre livelli, a partire dal pianterreno che ospita le calzature e le borse femminili, contraddistinto da un pavimento in marmo bianco e nero con originale disegno dall'effetto cinetico.
Al primo piano, riservato all'universo uomo, il pavimento è invece in ebano a doghe sottili montate a lisca di pesce. Intima e accogliente la zona del made-to-measure: qui dominano moduli incassati sulle pareti in ebano con ante in cristallo.
L'abbigliamento donna trova casa al secondo piano, in un ambiente quasi monocromo giocato su pareti rivestite di tela verde.
Infine non manca un atelier, impreziosito da specchi ed eleganti elementi di arredo, come i divani "Clover Leaf" di Verner Panton riprodotti in esclusiva da Prada.
e.c.
stats