Prada sigla accordo con Aedes per gli immobili

Gli immobili del gruppo Prada, da tempo ipotizzati come prossimi alla cessione, saranno conferiti in una nuova società in via di costituzione. Si tratta della Real Estate International S.r.l, una joint venture che sarà partecipata all’80% da Aedes S.p.a e per il 20% dalla griffe toscana. Il valore del patrimonio immobiliare che affluirà nella nuova realtà ammonta a circa 100 milioni di euro.
Solo due mesi fa, con il ritorno dei rumor che vedevano Prada pronta a vendere parte degli immobili di proprietà (nell’ambito del programma di riequilibrio finanziario della società), Pirelli Real Estate aveva confermato a fashionmagazine.it il proprio interesse verso gli immobili della Casa di moda che fa capo alla holding di diritto olandese Prada Holding Nv.
Oggi la conclusione della vicenda a favore di Aedes, società del settore immobiliare quotata alla Borsa di Milano e guidata da Luca Castelli, specializzata in immobili a uso ufficio e commerciali. L’accordo fra le parti prevede – come indica un comunicato - “la valorizzazione di un patrimonio immobiliare, costituito da aree destinate allo sviluppo e da uffici e negozi, che rimarranno condotti in locazione dalle società del gruppo Prada”. Nel futuro della jv anche la realizzazione di altre operazioni con caratteristiche simili in Italia e all’estero. L’operazione è stata conclusa con l’assistenza dello studio legale Nctm per Aedes e dello studio legale Gianni Origoni Grippo & Partners per Prada. L’assistenza finanziaria è stata prestata invece da Barclays Bank e Credit Lyonnais.
L’acquisto degli immobili e delle aree da parte della joint venture sarà sostenuto con apporti di capitale e finanziamenti da parte dei soci e con il ricorso al credito bancario.
e.f.
stats