Prada: una new entry, ex Imi, per rinegoziare il bond da 700 milioni di euro

A pochi giorni dalla notizia delle dimissioni del cfo Riccardo Stilli, non ancora rimpiazzato, la stampa finanziaria ipotizza l’ingresso in Prada di Carlo Mazzi. Il manager, una carriera prima in Imi e poi in Sanpaolo-Imi, pare si dovrà occupare del bond da 700 milioni in scadenza a giugno del prossimo anno.
Mazzi, come spiega oggi MFFashion, potrebbe essere cooptato la prossima settimana nel consiglio di Prada Holding. Il manager, uscito quattro anni fa da Sanpaolo-Imi dove si occupava di grandi clienti, dovrebbe avere ampie deleghe su finanza, amministrazione, affari generali e legali, risorse umane e sistemi informativi.
Dopo alcune indiscrezioni apparse sulla stampa internazionale, Prada ha diramato, tramite le agenzie di stampa, i dati sull’andamento dei primi sette mesi dell’esercizio 2004: le vendite si sono attestate a 800 milioni di euro, in aumento del 15% rispetto all’analogo periodo del 2003.
e.f.
stats