Prato Expo: Giulini presenta un Manifesto del tessile

All'inaugurazione di Prato Expo Vittorio Giulini, presidente di Sistema Moda Italia, ha presentato un Manifesto del tessile italiano per la difesa e lo sviluppo del settore. I progetti del Governo illustrati da Mario Valducci.
"I primi quattro punti non richiedono nessun impegno di spesa, ma solo una forte volontà politica", ha commentato Mario Maselli, presidente dell’Unione Industriale Pratese, in occasione dell’evento che ha dato ufficialmente il via alla manifestazione fiorentina del tessuto e ha riunito i rappresentanti dei distretti tessili di Prato, Biella, Como, Vicenza, Modena e Carpi. I quattro punti sono: migliorare l'accesso dei prodotti comunitari ai Paesi Terzi; contrastare il dumping sociale, ecologico e sanitario di questi stessi Paesi; combattere importazioni illegali, frodi e contraffazione e, infine, garantire la "rintracciabilità" dei prodotti. Tra gli altri obiettivi: sostenere innovazione e ricerca e diminuire la pressione fiscale. Nel pomeriggio è arrivato a Prato Expo anche Mario Valducci, sottosegretario alle Attività produttive. "E' probabile - ha detto - che con il varo della finanziaria nel 2003 scompaia l'Irap, a partire dalle tematiche che riguardano il costo del lavoro". Valducci ha aggiunto che "in Senato è in fase di approvazione un disegno che riguarda l'inserimento dei campionari nella legge 46, insieme a un bando che riguarda gli incentivi per i giovani stilisti". "Stiamo lavorando in collaborazione con la Guardia di Finanza anche per la lotta alla contraffazione", ha assicurato Valducci, che si è dichiarato disponibile a incrementare i tavoli tecnici di confronto fra Governo e imprenditori tessili.
m.f.
stats