Preoccupazioni per la soppressione dell’Ice

Nella nuova manovra finanziaria, approvata dal Consiglio dei Ministri ieri sera, è prevista, tra i vari tagli, la soppressione dell’Ice, l’Istituto per il Commercio Estero. Si attende in serata la conferenza stampa del premier Berlusconi e del ministro dell’Economia e delle Finanze Tremonti, ma già si avverte tra gli addetti ai lavori una crescente preoccupazione.
Come si legge in un comunicato inviato dai sindacati, “la soluzione adottata nella bozza del Decreto Legge Tremonti di sopprimere l’Ice e di smembrarne le attività tra il ministero dello Sviluppo Economico e il ministero degli Affari Esteri pregiudica gravemente l’efficacia della strategia di promozione del made in Italy”.
Al momento dall’Ice non rilasciano dichiarazioni, rinviando qualunque iniziativa a quando la notizia sarà ufficializzata.
Intanto cresce l’apprensione tra tutti coloro che utilizzano l’Ice per lo sviluppo delle propria attività a livello internazionale. Già ieri l’Acimit, Associazione Costruttori Italiani Macchine Tessili, durante l’assemblea svoltasi a Milano, ha espresso la propria forte preoccupazione per questa ventilata chiusura, che sarebbe di inaudita gravità per l'intero settore delle macchine tessili.
e.c.
stats