Primi dati di affluenza da Pitti Immagine Uomo: in aumento i visitatori stranieri

A metà della terza giornata, i dati di affluenza alla manifestazione fiorentina registrano un aumento dell’1% dei compratori esteri rispetto alla stessa rilevazione effettuata un anno fa (gennaio 2005). I buyer italiani crescono invece dello 0,5%.
Se queste percentuali dovessero essere confermate anche domani, fanno sapere gli organizzatori di Pitti Uomo, in questa edizione l’affluenza finale relativamente al numero dei compratori potrebbe raggiungere le 28.000 presenze, mentre l’insieme dei visitatori è già superiore alle 38.000 unità.
Per quanto riguarda i Paesi esteri, buone performance sono state registrate finora da Germania, Spagna e Svizzera, con aumenti rispettivamente dell’8%, del 12% e del 10%. Valori positivi anche per i mercati del Far East, come Giappone (+12%), Taiwan (+46%) e Corea (+12%).
Cresce inoltre la partecipazione di tutti i mercati del Nord Europa (Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia) e della Turchia. In leggero calo invece Francia, Gran Bretagna e Olanda, che si mantengono comunque ai vertici dei Paesi per affluenza, e di Cina e Russia. Sostanzialmente stabile il mercato statunitense.
Questa, in sintesi, la classifica dei primi sedici Paesi in termini di affluenza: Germania, Giappone, Spagna, Gran Bretagna, Olanda, Grecia, Corea, Turchia, Francia, Svizzera, Belgio, Cina, Stati Uniti, Austria, Portogallo e Russia.
a.t.
stats