Primi dati su Pitti Uomo: buyer stranieri +2%, arretrano gli italiani

Secondo le prime proiezioni dei risultati di affluenza di Pitti Immagine Uomo, la cui 82esima edizione si concluderà domani 22 giugno, i punti vendita esteri presenti in fiera dovrebbero segnare un leggero ma significativo aumento, pari al +2% circa rispetto al giugno 2011.
Lo scorso anno l'aumento era stato quasi dell'8%. Si prevede che gli italiani - tra i quali si confermano tutte le migliori boutique - diminuiranno nell'ordine del 7-8% (in misura quindi minore di quanto si temesse all'inizio).
Le presenze da oltrefrontiera indicano una stabilità nell'adesione di tedeschi, francesi, cinesi di Hong Kong e Taiwan, polacchi e ucraini. Si segnala invece un incremento di giapponesi, inglesi, statunitensi, russi, turchi, brasiliani, indiani, sudafricani e messicani. In calo greci, spagnoli, portoghesi, belgi e svizzeri. Per quanto riguarda Cina e Corea, sono intervenute meno persone, ma in rappresentanza di un numero maggiore di negozi.
a.b.
stats