Primo trimestre in calo per Bulgari

"Nel primo trimestre genereremo una perdita. Non è la prima volta che ci succede, ma è da un po’ di anni che non accadeva". Lo ha detto l’a.d. di Bulgari Francesco Trapani, a margine della dell’assemblea degli azionisti. "Il primo trimestre - ha aggiunto - è stato molto difficile, ma in linea con le attese".
Il gioielliere romano ha chiuso il 2008 con un utile netto a 82,9 milioni di euro, in calo del 45,1%. “A fine anno ci potremmo aspettare una crescita contenuta”, ha poi ipotizzato il manager, sottolineando che il primo trimestre (i cui dati ufficiali saranno resi noti il 12 maggio) si è confortato con un periodo particolarmente buona per la società, considerato che “il 2007 è stato un anno record per Bulgari e a febbraio 2008 i negozi hanno registrato forti vendite”.
L’azienda sta nel frattempo prendendo provvedimenti per far fronte all’attuale crisi economico-finanziaria, attuando un attento controllo dei costi e degli investimenti. Le misure in previsione includono una “significativa riduzione del personale a livello mondiale”, ha dichiarato inoltre Trapani, specificando che “la stragrande maggioranza dei tagli avviene con il blocco del turnover, che è difficile, ma fruttifero”.
Di positivo ci sarà tuttavia “l’apertura di nuovi negozi, con l’assunzione di risorse”. A questo proposito, l'a.d. ha spiegato che, a differenza degli anni passati, al gioielliere toccheranno anche delle chiusure. In particolare, “nel 2009 apriremo tra i 10 e i 12 negozi e ne chiuderemo una cifra inferiore”.
m.g.
stats