Progetto F.O.D.: il network degli outlet integrati

È stato presentato ieri a Milano il progetto F.O.D. – Factory Outlet Development – che nasce dall’incontro tra il gruppo Policentro e Retail Group. In programma l’apertura di quattro poli multifunzionali con all’interno un outlet center a Sestu (Ca), Partinico (Pa), Angiari (Vr) e Pescara, per un investimento complessivo di circa 380 milioni di euro. F.O.D. nasce nel 2002 coniugando l’esperienza di una società leader nella promozione e gestione di centri polivalenti, il gruppo Policentro, con quella di un’azienda esperta nella promozione e nel retail management di outlet center, Retail Group. L’idea alla base del progetto è quella di creare format commerciali innovativi, capaci di offrire luoghi di incontro e aggregazione nei quali la combinazione “acquisto & divertimento” sia vincente.
Ovvero, si tratta di dar vita a centri polivalenti composti da cinema multisale, bowling, parchi giochi, residence, alberghi, centri benessere, centri fitness, ristoranti, spazi multimediali, oltre alle aree commerciali dove l’outlet center diventa vero protagonista dello shopping.
I lavori del primo polo multifunzionale, a Sestu (Ca) dovrebbero iniziare in settembre e finire in 24 mesi: “Con una superficie totale di 125.000 metri quadri - precisa Lino Iemi presidente del gruppo Policentro - il centro comprenderà un factory outlet di 17.500 metri quadri (76 negozi), per una spesa complessiva di 110 milioni di euro e un giro d’affari a regime di 400 milioni di euro”.
A seguire vi sarà l’avvio degli altri tre complessi: a Partinico (Pa) - 326.000 metri quadri, con un outlet center di 100 negozi -, ad Angiari (Vr) - 150.500 metri quadri, con un outlet center di 80 negozi - e a Pescara - 75.100 metri quadri, con un outlet center di 40 negozi-. Per ovviare al problema della carenza di assortimento che spesso affligge gli outlet di brand famosi, F.O.D. scommette su un mix merceologico che comprende marchi importanti, ma anche medi e di nicchia. “Oltre all’abbigliamento agli accessori e agli oggetti per la casa – spiega Giancarlo Buontempo, amministratore unico di Retail Group - vi saranno articoli sportivi tecnici (la muta per il subacqueo, gli scarponi da sci…), proposte di elettronica, ma anche orologi, bijoux, gioielli, libri, dvd, cd. E, perché no?, anche prodotti alimentari”.
e.c.
stats