Pull and Bear sbarca in Inghilterra con approdo a Liverpool

A breve distanza dall'apertura in via Torino a Milano, Pull and Bear ha lanciato il suo primo store britannico. Il punto d'approdo sul mercato inglese per la catena college-inspired di proprietà della spagnola Inditex non sarà la capitale, bensì la più periferica Liverpool. Intanto l'intero gruppo archivia il trimestre con un +9% nei ricavi.
Il nuovo spazio inglese, 570 metri quadrati distribuiti su due piani, si trova all'interno del Liverpool One, uno dei più grandi shopping centre d'Europa, dove Inditex à già presente con un'insegna Zara. L'offerta, focalizzata sull'abbigliamento giovane e casual, prevede anche un'ampia scelta di accessori, calzature e beachwear. Liverpool non è che la prima tappa distributiva inglese di Pull and Bear, che nei prossimi mesi procederà a nuove aperture (tra cui Londra, in Oxford Street), secondo una strategia di espansione globale che per il 2008 ha in progetto 70 opening (di cui solo il 20% in Spagna).
Grazie anche a questa catena, lanciata nel 1991 e arrivata a quota 542 negozi in 37 Paesi, il primo trimestre fiscale del gruppo catalano si è concluso con vendite per 2,2 miliardi di euro (+9% e +12% a perimetro costante), mentre il margine operativo lordo è salito del 7% a 425 milioni. L'ebit è incrementato del 5% a 295 milioni, portando così l'utile netto a 219 milioni (+10%). Alla chiusura del quarter Inditex, che elenca tra le altre insegne Zara, Massimo Dutti e Oysho, vanta all'attivo 3.836 shop, 145 dei quali new entry.
m.g. ed e.f.
stats