Puma: dopo la trimestrale alza le stime per l'intero 2008

Salgono del 9%, raggiungendo i 713 milioni di euro, i ricavi trimestrali di Puma valutati a cambi costanti, mentre nei nove mesi chiusi a settembre raggiungono quota 1,96 miliardi (+8,8%). In base all'order book del quarto trimestre, il management ha deciso di alzare le stime di crescita per tutto il 2008.
Il core business del footwear da gennaio a settembre ha segnato un +6,6% (a valute costanti), ma i segmenti “minori” sono risultati ancora più dinamici: +10,8% l'abbigliamento e +20,5% gli accessori.
Con un incremento dei costi relativi al marketing e al retail di quasi il 18%, l'ebit a nove mesi del gruppo controllato da Ppr è sceso da 319,7 a 313,2 milioni di euro. Su base trimestrale è invece cresciuto dell'1% a 125 milioni. A 224,7 milioni di euro, i profitti da gennaio a settembre sono diminuiti del 2,7%, mentre su base quarterly sono rimasti in linea con il terzo trimestre 2007 a 89 milioni.
Positive le indicazioni per i prossimi mesi: gli ordini con consegna per il quarto trimestre 2008 e i primi tre mesi del 2009 mostrano un +4,7% a valute costanti. Questo ha indotto i vertici della società a rivedere al rialzo le stime di incremento del turnover di fine anno, che passano, a parità di cambi, dalla cifra singola all'intervallo tra il 5 e il 10%.
e.f.
stats